Scuole Manzoni

PROGETTO DEI LICEI MANZONI

La didattica col Tablet per apprendere meglio e di più

  • Occorre progettare percorsi didattici a partire dalle competenze che gli alunni devono sviluppare e quindi a partire dalle abilità che sono richieste per lo svolgimento di un compito reale, in relazione alla didattica per competenze e agli otto obiettivi chiave europei.progetto
  • Nonostante siamo già arrivati al 2012, l'acquisizione di queste competenze da parte della maggior parte dei nostri alunni è ancora un miraggio

Partendo da queste riflessioni, i Licei Manzoni, consapevoli che l'innovazione tecnologica non ha un valore in sé ma lo assume solo in quanto innovazione metodologico-didattica, ha costruito un progetto che vuole essere patrimonio condiviso di tutti gli attori (docenti, alunni, famiglie) e che deve diventare "visione" sistemica con formazione continua ed aggiornamento delle competenze. Nell' organizzazione e formulazione del progetto ci siamo appoggiati all'esperienza già in essere del Liceo Lussana di Bergamo monitorata e seguita da un pool di esperti ed oggi sostenuta dall'Università Bocconi. Il Liceo Lussana guida una rete composta da oltre 30 scuole sparse in tutta Italia (progetto Impara Digitale),

  • Via le "lezioni frontali", quelle con il professore che spiega e gli alunni che ascoltano, a favore di una sorta di laboratorio.
  • I libri vengono tenuti in un armadio e sono solo la base di partenza. Poi si passa al Web selezionando altre fonti, inclusi i video, perché gli studenti vengono spinti a produrre libri digitali, a elaborare le fonti sotto la guida dei professori, creando di fatto una biblioteca multimediale a disposizione di tutti.
  • "È una scuola senza pareti"
  • Il progetto ImparaDigitale si propone di rovesciare lo stato delle cose: migliorare la didattica e i suoi risultati usando la tecnologia al suo servizio.

Che cosa ci attendiamo con l'applicazione del metodo che vede il tablet usato quotidianamente e per tutte le discipline in classe?

  • Motivare e stimolare alla ricerca (consultazione o recupero informazione in modo interattivo e accattivante).
  • Permettere uno sguardo plurimo: ipertestualità (trasversalità dei saperi e dei codici rafforzata e coinvolgimento di varie abilità cognitive).
  • Stimolare un rapporto attivo con la tecnologia.
  • Permettere la realizzazione di percorsi personalizzati, individualizzati (es.: DSA).
  • Favorire l'apprendimento attraverso la dimensione del coinvolgimento attivo.
  • Cooperazione tra pari.
  • Versatilità nel trasferire competenze.
  • Facilitazione nell'acquisizione di strategie di problem solving.

 Stampa  Email